I tuoi antenati “sovversivi”

Home / Articoli / I tuoi antenati “sovversivi”


I tuoi antenati erano dei pericolosi sovversivi?
Se la risposta è si, probabilmente troverai un fascicolo sul loro conto nel CASELLARIO POLITICO CENTRALE, conservato all’Archivio centrale dello Stato a Roma.

Il Casellario politico centrale era un ufficio della Direzione generale della Pubblica sicurezza del Regno d’Italia che aveva il compito di curare il sistematico aggiornamento dell’anagrafe dei cosiddetti “sovversivi”, ma anche degli oziosi e dei vagabondi.


Fascicolo di Sandro Pertini


L’archivio è costituito da 152589 fascicoli personali con documentazione prevalentemente compresa tra il 1894 e il 1945. 
I fascicoli contengono note informative, relazioni, verbali di interrogatori, provvedimenti di polizia, indicazioni di iscrizione nella Rubrica di frontiera o nel Bollettino delle ricerche e spesso una scheda biografica che riporta sinteticamente e cronologicamente tutta l’attività dello schedato.

L’Archivio centrale dello Stato ha informatizzato tutti i 152.589 fascicoli personali del CPC, creando un enorme database on-line accessibile a tutti qui: http://dati.acs.beniculturali.it/CPC/

Tra le varie opzioni, si può anche visualizzare un grafico cronologico che mostra i casi aperti per anno.


Dossier aperti nel Casellario politico centrale per anno


Vedete la crescita vertiginosa di “sovversivi” dal 1926 in poi? Ecco, “quella cosa lì” è il fascismo.

Buon 25 aprile a tutti!



Fonte: Database del Casellario politico centrale. Archivio centrale dello Stato. On-line: http://dati.acs.beniculturali.it/CPC


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.